LA CONFERENZA STAMPA DI PIRLO E CHIELLINI ALLA VIGILIA DI DYNAMO-JUVE

PIRLO: «SAPPIAMO QUELLO CHE DOBBIAMO FARE»
3 Ottobre 2020
Comunicazione ai soci: Chiusura Sede e Sezione
27 Ottobre 2020
Show all

LA CONFERENZA STAMPA DI PIRLO E CHIELLINI ALLA VIGILIA DI DYNAMO-JUVE

La Juventus si prepara all’esordio nella fase a gironi dell’edizione 20/21della Champions League. La squadra ha raggiunto nel pomeriggio Kiev dove domani, allo stadio Olimpico, l’NSK Olimpiyskiy, affronterà la Dinamo e Mister Pirlo e capitan Chiellini hanno preso parte alla conferenza stampa alla vigilia del match contro gli ucraini. Queste le loro dichiarazioni:

ANDREA PIRLO

«Sarà la mia prima partita da allenatore in Champions, sono tranquillo, sereno e non vedo l’ora di iniziare. Nella fase a gironi è fondamentale vincere la prima gara, per proseguire con più sicurezza. Siamo una squadra costruita per vincere, la Juve lo è sempre stata e ci proveremo in tutte le competizioni, lottando fino alla fine. Siamo ancora in una fase di costruzione, dobbiamo avere tempo di lavorare e crescere, per poi mettere in campo quanto provato in settimana. Ronaldo purtroppo è assente, ma abbiamo altri giocatori che possono occupare quella posizione, come Morata che ha ricoperto il ruolo a Crotone. Dybala è un campione, un giocatore fondamentale per noi, che può giocare ovunque, perché i giocatori bravi la posizione la trovano da soli.

Chiaramente è un attaccante, quindi deve stare il più possibile vicino alla porta oppure muoversi tra le linee. Non sta giocando perché non ha potuto allenarsi con continuità . Viene da tre mesi di inattività, l’ho portato a Crotone per fargli giocare qualche minuti, ma siamo rimasti in dieci e non ho potuto inserirlo. È a disposizione e domani vedremo il da farsi.

Lucescu? È stato il mio primo allenatore, mi ha portato in Prima Squadra a 15 anni e mi ha fatto esordire a 16. Ho un bellissimo ricordo come tecnico e come persona, lo ringrazierò sempre. Ogni tanto ci sentiamo ancora e domani avremo l’occasione di sfidarci su questo campo».

GIORGIO CHIELLINI

«Sono cambiati i giocatori e cambiano le stagioni, ma ognuno di noi cerca di sfruttare al meglio le sue caratteristiche. Stiamo attraversando un normale cambiamento, come è già accaduto in questi anni.

Difficile darci una tempistica, perché non abbiamo ancora avuto molto tempo per lavorare tutti insieme: dobbiamo migliorare, amalgamarci con i nuovi arrivati. Ma soprattutto vogliamo vincere: ogni stagione si parte con questo obiettivo. Abbiamo volontà e convinzione di poter ambire ai più grandi traguardi: l’importante è migliorare, crescere e portare a casa risultati, a partire da domani sera. Ho parecchi ricordi qui, sia in Champions League, sia con la Nazionale, quando vivemmo la bella avventura degli Europei in cui arrivammo in finale. Speriamo di aggiungere altri ricordi a partire da domani…»